Casa Mulas, Nuoro 1985 – 1987

Il tema progettuale consisteva nell’inserimento di una nuova residenza, autonoma, all’interno dell’area ove esisteva una villa anni’60, nel centro della città.
Le ulteriori condizioni del progetto erano:
– non sopraelevare la casa esistente
– dare una totale autonomia funzionale alla nuova residenza
– garantire una comunicazione interna con la casa preesistente
– consentire la continuità di percorso attorno alla villa originaria lungo il giardino.
Sulla base di questi vincoli il progetto si è orientato verso l’inserimento di un nuovo fabbricato all’angolo fra le due strade.
La nuova costruzione assume così un carattere urbano più forte rispetto all’edificio preesistente.
L’edificio, che prospetta direttamente sulla strada, nasce con un rivestimento continuo in mattoni a vista che crea una continuità con la preesistente recinzione in trachite.
Il rapporto di contiguità diretta con la strada ha suggerito di non realizzare aperture sui prospetti esterni privilegiando una piccola corte interna doppia altezza, con pareti interamente vetrate.
L’elemento di maggiore evidenza sul prospetto principale è l’ingresso, leggermente arretrato e circondato da pareti curve in vetromattone.
Gli interni, molto luminosi nonostante la assenza di aperture lungo strada, sono caratterizzati da materiali naturali (marmo e legno).